L’amicizia racchiusa dentro una confezione di pasta

francesco severoni filotea

La scorsa settimana vi abbiamo portato dentro la nostra azienda parlandovi di Matteo, il nostro mastro pastaio. Oggi, vogliamo cominciare a raccontarvi come riusciamo a raggiungerevi, portando la nostra pasta sulle vostre tavole.

In Filotea lo spirito è quello sano e vero degli imprenditori di un tempo, gli artigiani che vedono nella propria azienda un figlio. Spesso, per i propri figli si corre per non far mancar loro nulla. Ed è proprio durante una delle sue corse che stamattina ho incrociato Francesco, uno dei fondatori, responsabile commerciale Italia. Francesco si sveglia presto la mattina, porta i suoi figli a scuola e poi comincia subito e quotidianamente a curare i rapporti con i suoi clienti.

  1. «Ciao Francesco, toglimi una curiosità: come fai a tenere sempre questi ritmi?»
  2. «E’ una realtà appassionante, ogni giorno sono a contatto con privati, negozi ed artigiani, ed è coinvolgente avere con loro un rapporto umano che si è sviluppato in questi anni seguendo l’anima stessa della nostra pasta, la sua sincerità ed artigianalità».
  3. «Certo, ma tutta questa energia dove la trovi?»
  4. «Mangio pasta Filotea! A parte gli scherzi, le persone che incontro ogni giorno nei punti vendita o in fiera non le vedo solo come una possibile fonte di guadagno, ma soprattutto di confronto umano e crescita. E sono certo che anche per loro è così. Abbiamo creato con Pietro questa realtà da ormai 10 anni e sono molto contento di essermi lanciato in questa avventura. Ho conosciuto belle persone ed ottimi amici».

Francesco non si smentisce mai, sono passati 5 minuti ed è già scappato salutandoci in fretta e furia: lo aspetta un cliente nel pesarese.

Anzi, un amico.

2017-09-26T16:11:51+00:00 12 novembre, 2013|Eventi e news|